Molto spesso capita di vedere il personale, proprio e di altre aziende, con l’attrezzatura sbagliata.

Come è giusto che un idraulico venga equipaggiato con chiave inglese e cassetta degli attrezzi o un muratore con cazzuole e cemento, è anche giusto che al proprio personale venga fornita la giusta attrezzatura, anche (e specialmente) se siete un’azienda informatica.

In questa nuova era digitale, formata da giungle tecnologiche in continuo ed eterno aggiornamento, è difficile scegliere quali strumenti fornire ai propri lavoratori.

Per fortuna, le regole di base, in linea di massima sono sempre le stesse.

La prima scelta che ci viene imposta è: “Quale tipo di dispositivo scegliere? Smartphone, tablet, notebook o desktop?

Analizziamoli brevemente, così poi la scelta diverrà molto semplice:

  1. Smartphone: ormai nessuno può starne senza. Dai più piccoli ai più grandi, è la scelta più difficile da fare in assoluto, a causa delle migliaia di modelli esistenti sul mercato odierno. Ma porci alcune domande ci può aiutare.Date a Cesare quel che è di Cesare - smartphone
  • Quale compito principale affideremo allo Smartphone?
  • Abbiamo bisogno che la batteria duri parecchio perché siamo spesso in viaggio?
  • Non siamo molto pratici di tecnologia?
  • Abbiamo bisogno di un telefono performante o che offra una certa sicurezza?

Possiamo definitivamente dividere gli Smartphone in 3 macro categorie: iOS, Android e Altri. Per chi è alle prime armi con la tecnologia, consiglio caldamente iOS, anche se può risultare abbastanza dispendioso, ma è il sistema operativo più semplice da usare e non si rischierà di fare pasticci. Chi invece ha bisogno di prestazioni, potenza e versatilità, sicuramente dovrà scegliere (sempre con una certa cautela) il mondo Android. Questo mondo è molto vasto in quanto esistono migliaia di modelli di Smartphone che supportano questo sistema operativo.

Per finire, ci sono altri Smartphone tipo Nokia Lumia o BlackBerry. Si sente parlare sempre molto poco di quest’ultimi modelli, probabilmente perché oscurati dai giganti iOS e Android.

Ho però personalmente apprezzato molto i BlackBerry, in quanto la durata della batteria è veramente notevole, ricordo che mi durava quasi 1 settimana utilizzandolo parecchio.

 

  1. Tablet: la versione “più grande” degli Smartphone. In questo mondo valgono (sempre in linea di massima) le stesse regole descritte per gli Smartphone. Ovviamente è meno Date a Cesare quel che è di Cesare - tablet“portatile” ed è consigliato a chi deve farne un uso in ufficio o comunque in sedi esterne.

Un piccolo appunto: molto spesso i Tablet sono divisi in modello CON e SENZA sim. Sceglietelo sempre in base all’utilizzo che dovrete farne.

 

 

  1. Notebook: il computer portatile è indicato specialmente per chi deve, almeno un paio di volte all’anno, spostarsi per lavoro. Purtroppo, a parità di prezzo, il portatile risulterà sicuramente meno performante di un computer fisso.

    Date a Cesare quel che è di Cesare - Notebook

È per questo che è indicato per chi si deve spostare. Mi è capitato di vedere lavoratori costretti a portarsi il computer fisso in trasferta e non credo sia stata proprio una bella esperienza.

Al Contrario, risulterà inutile fornire un notebook ad un impiegato che dovrà rimanere sempre in ufficio. Avrà problemi di performance e occuperà più spazio sulla scrivania.

Mentre sarà sicuramente molto più indicato per uno sviluppatore di software (che potrebbe avere la necessità di recarsi direttamente da un cliente).

 

  1. Desktop: il computer fisso. Se siete sicuri che non dovrete mai spostarvi dalla vostra amata scrivania, sarà la scelta migliore in assoluto. Economico, potente e manutenibile. Offre potenza e professionalità in tutte le sue sfaccettature. Potrebbe addirittura essere molto gradevole esteticamente, grazie ai vari componenti disponibili sul mercato che rendono quasi futuristici i vostri computer fissi.

Date a Cesare quel che è di Cesare - Desktop

Inoltre potrete accessoriarlo con tutti i comfort che vorrete, grazie allo spazio totalmente libero sulla scrivania: tastiere ergonomiche, mouse, schermi, ecc… La scelta definitiva per chi è sicuro che non dovrà mai spostarsi!

In conclusione possiamo dire che, per scegliere l’attrezzatura più adatta dobbiamo prima analizzare e stimare bene l’attività che la persona andrà a svolgere.

Perché dando ad un buon lavoratore, la giusta attrezzatura, renderà più facile e piacevole il lavoro a lui, e a voi!

 

Per aiutarvi nella scelta, ecco alcuni esempi per ogni categoria elencata sopra:

  1. Smartphone:
  2. Tablet:
  3. Notebook:
  4. Desktop:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Articolo precedenteIl sito web è la sede della vostra attività online
Prossimo articoloIl vostro sito è user friendly? Scoprilo!
Giulio Matranga è un Java Software Developer nell'ambito dell'informatica sanitaria. Da molti anni sviluppa software per l'integrazione ed il trasporto dati in ambito ospedaliero. Conosce molto bene le realtà dell'informatica ospedaliera Italiana grazie agli anni di esperienza maturati in due grandi software house. Tra i suoi obbiettivi, il più importante, è quello di migliorare giorno dopo giorno il trasporto dei dati clinici negli ospedali Italiani per poter garantire un servizio migliore ed al passo con lo sviluppo tecnologico mondiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here