Il web writing… un argomento oscuro!

0
246

 

Ebbene sì, nonostante il web writing sia ormai ben radicato nel mondo attuale, esistono ancora diverse perplessità e, soprattutto, difficoltà nel spiegare di cosa si tratta da parte di chi compie questa misteriosa professione.

Un esempio molto diffuso, in particolar modo per quanto riguarda le materie digitali, è quello che vede come protagonisti i parenti che con fare curioso vengono da te e chiedono: “ma spiegami un po’ bene: che lavoro fai?”.

Ecco. Panico. Cominci a pensare a quale sia il modo migliore per riuscire a descrivere concretamente quello che fai nella vita, utilizzando parole semplici senza però rendere banale la tua passione. Difficile eh?
“Ehm, si insomma… scrivo… per il web, ovvero internet…” e da quel momento sei circondato da facce confuse, con smorfie di disappunto miste a compassione come se tu, in realtà, facessi un qualcosa di completamente inutile.

Quando ci si affaccia al mondo del web writing ci si sente smarriti, si ha il timore di non essere all’altezza, di non riuscire a trovare idee, valori, informazioni utili e si teme di arrivare al punto di doversi spersonalizzare.
La paura di sbagliare, di non ottenere i risultati desiderati è lì, sempre pronta a uscire fuori e a farti sentire completamente inadatto al ruolo. Ma devi fare in modo che questo non accada, credendo nei tuoi sogni e nelle tue capacità.

Ok, ami scrivere, è la tua passione da sempre e vuoi farla diventare la tua professione, e adesso? Capita spesso di porsi questo interrogativo.

Partiamo dalle origini e facciamo un po’ di chiarezza. Web writing, cosa significa?
In realtà è molto difficile trovare una definizione che sia in grado di racchiudere completamente il significato di questa strana parola, ma in linea di massima si può raccontare come un lavoro (e fin qui ci siamo) grazie al quale siti web e blog hanno contenuti utili in grado di attirare e conquistare gli utenti, con un preciso fine ultimo. Il compito del web writer è dunque quello di riuscire a veicolare le persone verso un determinato scopo che può essere, ad esempio, una vendita o conversione. Facile, no? Beh, non proprio forse. C’è ancora qualcosina da dover tenere in considerazione.

Chi scrive per il web, di cosa si occupa veramente?

Scrivere online, sembra la cosa più semplice del mondo e tantissime volte mi sono sentita dire che, ormai, tutti possono essere in grado di farlo, rischiando di distruggere la mia voglia ed entusiasmo.
In realtà non è esattamente così.

Il web writer è una figura fondamentale che per riuscire a pieno nel suo intento deve orientare i suoi contenuti, innanzitutto e soprattutto, alle persone. Questa è la cosa basilare: si sta parlando a un altro essere umano. Occorre, quindi, essere empatici, capire le necessità e i bisogni di chi leggerà il proprio post, fornire una soluzione, un’informazione che possa trasmettere loro emozioni, curiosità e conoscenza. Questo deve essere l’obiettivo principale. Principale, sì, perché in realtà ce n’è un altro.
Il secondo soggetto a cui dovrai rivolgerti? Ma il nostro caro amico Google naturalmente! I motori di ricerca hanno un ruolo rilevante nella riuscita dei tuoi post, articoli, blog o siti web. Semplicemente perché i tuoi contenuti devono essere sì adeguati al tema scelto, ma anche adatti per essere scannerizzati e indicizzati dalla SERP. Anche se, ricorda, la corretta ottimizzazione di ogni articolo avviene grazie alla tua prima missione: la tua estrema considerazione nei confronti degli utenti.

Ultima, ma non ultima, cosa: se vorrai intraprendere questa professione dovrai specializzarti, studiare, formarti e continuare a imparare. Sempre, ogni giorno della tua vita. Perché il mondo del web è in continuo mutamento, le informazioni e le novità passano alla velocità della luce e devi essere sempre pronto a coglierle per non rimanere indietro e per lavorare costantemente su te stesso.

Diversi contenuti per diverse ricerche

Le ricerche che possono essere effettuate su internet da parte degli utenti sono generalmente tre:
• Informazionali
• Navigazionali
• Transazionali

Nel primo caso, ci si riferisce all’azione di ricerca di precise informazioni, senza però specificare un’eventuale fonte o sito web.

Le ricerche navigazionali, si hanno nel momento in cui un particolare utente ha già l’idea precisa su dove vuole andare e cosa vuole cercare: ad esempio,vuole venire a leggere gli articoli sul nostro blog? Allora scriverà IlBloggone su Google o digiterà direttamene l’URL precisa.
Le ricerche transazionali si ottengono quando c’è la volontà, da parte delle persone che compiono una determinata ricerca, di effettuare un’azione concreta e precisa. Come l’acquisto di un capo di abbigliamento online.

Sulla base di queste conoscenze, i contenuti che si andranno a scrivere saranno, ovviamente, differenti a seconda delle singole esigenze.

Le competenze di un webwriter

Vuoi iniziare ad avventurarti in questo bellissimo e appassionante cammino? Allora devi sapere che per farlo occorre qualche componente basilare:

  • Scrivere bene: grammatica, regole di sintassi, fluidità… sono tutto l’occorrente per rendere un contenuto piacevole e scorrevole
  • Usa parole semplici. Non andare a ricercare termini sofisticati o incomprensibili. Devi aiutare le persone, ricordi?
  • Studia, studia, e studia ancora. Perché l’umiltà deve essere alla base di questo lavoro e perché, come per ogni altra cosa, non si smette mai di imparare
  • Emoziona! Si, devi suscitare sentimenti, passioni, volontà ed estrema empatia. Devi conquistare il tuo lettore e fare in modo che si ricordi di te, semplicemente essendo te stesso.
  • Qualche pillola SEO non guasta mai. Bisogna ottimizzare il proprio elaborato sui motori di ricerca, per riuscire a farsi trovare. Ma tieni sempre a mente che Google va matto per i contenuti scritti bene e finalizzati alla soddisfazione degli obiettivi delle persone.

Insomma, il web writing è una professione, ma non solo. È una dimostrazione di sé stessi, è la volontà di arrivare alla gente, di comunicare emozionare e tramandare qualcosa di importante. Che si tratti di semplici informazioni, sentimenti o emozioni, poco importa. Tu sei utile, sei utile essendo te stesso e facendo una cosa che ami. Questo è l’importante.

Tu cosa ne pensi?

In questo post ho cercato di riassumere brevemente quella che, per quanto mi riguarda, è una delle professioni più belle al mondo. Se hai domande o hai voglia di raccontarmi la tua esperienza, scrivi un commento e ti risponderò immediatamente!

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Articolo precedenteI QUALUNQUI
Prossimo articoloStrumenti di presentazione alle aziende
Ciao! Mi chiamo Desirée Barbarossa e mi occupo di Copywriting, Webwriting e Social Media Marketing. Mi sono laureata nel 2014 presso la facoltà di Scienze della Comunicazione e da allora non ho mai smesso di formarmi e studiare per specializzarmi sempre di più nel meraviglioso mondo della scrittura online. Attualmente collaboro con uno studio di Digital Marketing a Genova, un’esperienza professionale che mi sta dando moltissimo. Sono precisa, perfezionista e insopportabilmente curiosa, con l’unico scopo di trasformare le parole in informazioni, servizi, ma soprattutto in emozioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here