Giulio Matranga

0
875
Giulio Matranga
Giulio Matranga

Ciao a tutti, sono Giulio Matranga, il vostro motivatore informatico.

Sono nato nel freddo Novembre del 1986 a Savona dove per i primi 10 anni della mia vita ho vissuto e frequentato le scuole elementari.

Fin da bambino ho dimostrato di essere un vero nerd: passavo i pomeriggi attaccato alle console (a partire già dal Commodore 64) o al mio primo computer che mi era stato regalato per il compleanno.

Era una di quelle belle scatole grigie con floppy da 5 pollici, un mouse con la pallina, una tastiera ed uno schermo a tubo catodico da 10 pollici che pesava più di tutto il resto.
Ai tempi non avevo un sistema operativo grafico, esisteva solamente DOS.

Windows 95… che meraviglia!

Già a 6-7 anni mi dilettavo con i pochi comandi che mi avevano insegnato (A:, C:, cd, dir, ecc…) per avviare i pochi giochini che avevo sui floppy.
La mia vita è cambiata totalmente quando è comparso sul mercato Windows 95!
Passavo le giornate a giocare a Doom 95, Heretic, Duke Nukem e così via…
Con il passare del tempo, oltre agli upgrade sul computer, ho fatto anche io i miei primi aggiornamenti: gli occhiali (una revisione pari all’utilità di Windows ME…).

E’ stato tutto un susseguirsi di tecnologie e passioni che crescevano e si aggiornavano. Ho visto crescere internet, ho visto l’apertura di Google e la nascita di Youtube. Sono passato da una linea 32k alla 56k, alla 64k (ISDN per non avere il telefono occupato mentre ero connesso ad internet) e poi finalmente all’ADSL.

Ultima Online e i miei primi passi nella programmazione

Mi sono avvicinato alla programmazione con un vecchio videogioco (Ultima Online). Modificavo piccole righe di codice sull’emulatore del server per creare nuovi oggetti o mostri. In quel momento non ero consapevole del fatto che stessi programmando!
Nel frattempo frequentavo le superiori. E’ stato un periodo molto divertente, dove mi sono goduto a pieno la vita da teenager (in tutti i suoi lati positivi e negativi: dai festini ai brufoli!).
Ma ancora non ero coscio che sarei diventato, quello che mi piace definirmi, un bravissimo programmatore.

Finite le superiori ho deciso di iscrivermi all’università degli studi di Genova al corso di Informatica, dove ho studiato, per la prima volta in assoluto, un linguaggio di programmazione e tutte le sue basi. Mi è bastato 1 anno per trovare lavoro come programmatore in una piccola azienda della Val Bormida.
Ho lavorato per questa azienda per 4 lunghi anni e questo mi ha permesso di fare bellissime esperienze e conoscere il mondo informatico al servizio della Sanità.

Dalla Liguria al Trentino

Nello stesso periodo mi sono innamorato della ragazza che mi ha premesso di essere qui oggi a scrivere questa breve presentazione. Senza la quale non avrei mai potuto diventare l’uomo che sono oggi.
Grazie a lei e con lei, abbiamo fatto la pazzia che ci ha portati qui. Ho quindi abbandonato la Val Bormida, l’azienda per cui lavoravo, gli amici, la famiglia e ci siamo trasferiti a Mezzocorona, in Trentino.
Ho continuato a lavorare da programmatore per un’azienda sempre nello stesso ambito, per 2 anni a Bolzano.

Sempre più appassionato dalla programmazione e sempre più nell’ambito della Sanità, ho continuato a tenermi al passo con le nuove tecnologie, un po’ come facevo con le console dei videogiochi e con i sistemi operativi!

Ormai è da quasi 1 anno che lavoro a Trento per un’azienda colosso del settore, grazie alla quale sto accrescendo ancora di più le mie conoscenze e facendo esperienze lavorative che mi rendono sempre più felice della mia professione.
Ed ora, eccomi qui, a presentarmi, prima di proporvi i miei articoli.
So di non avere una storia interessante come quella di altri personaggi famosi, ma in fondo non ho neanche 30 anni.
Quindi continuate a seguirci perché sicuramente, prima o poi, qui scriverò le migliori pagine della mia vita.

Grazie a tutti!

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Prossimo articoloAlessia Caccamo
Giulio Matranga è un Java Software Developer nell'ambito dell'informatica sanitaria. Da molti anni sviluppa software per l'integrazione ed il trasporto dati in ambito ospedaliero. Conosce molto bene le realtà dell'informatica ospedaliera Italiana grazie agli anni di esperienza maturati in due grandi software house. Tra i suoi obbiettivi, il più importante, è quello di migliorare giorno dopo giorno il trasporto dei dati clinici negli ospedali Italiani per poter garantire un servizio migliore ed al passo con lo sviluppo tecnologico mondiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here