Le 3 regole di un comunicatore vincente - Il Bloggone.it
 
Quali sono le regole per diventare dei buoni comunicatori?
  • Saper ascoltare
  • Saper chiedere
  • E saper creare il flusso, portare, cioè, l’interlocutore a cadere nella vostra ragnatela senza che se ne accorga. Costringetelo ad ascoltarvi o a leggervi facendogli credere di averlo voluto lui. Seducetelo!
Avete presente quando andate ad una fiera e c’è il tizio o la tizia che vuole vendervi lo “spela patate” super innovativo con cui potreste tagliare a ricciolini anche vostra suocera? Nonostante sappiate che non vi servirà mai, non riuscite a staccarvi dal banco, iniziate pensando che sia una cretinata, ma poi, il venditore, saggiamente, vi convince che pelare le patate sia la cosa più veloce e divertente del mondo.Le 3 regole di un comunicatore vincente
 
Vi esaltate, pensate di poter creare dei fantastici riccioli di verdure per le cene con gli amici; il costo di 10€ (si sono sempre 10€) vi sembra un’inezia, ed è proprio in quel momento che ci cascherete, comprerete l’ennesimo utensile inutile che rimarrà nel cassetto fino a natale, ossia quando potrete regalarlo al primo che vi capiterà a tiro.
 
Quella è la comunicazione seducente. Seducete l’interlocutore un po’ ubriacandolo di informazioni (in realtà sono sempre le stesse, ma vengono ripetute 20 volte in 20 modi differenti) e un po’ facendogli credere di essere l’unico poveraccio che non ha ancora quel meraviglioso prodotto.
 
È ovvio che questo tipo di comunicazione può andare bene solo per determinate situazioni.

Quando proporrete un prodotto o un servizio dovrete essere martellanti, mostrare tutti i pro esaltandovi. Dovrete far capire al vostro cliente quanto siete innamorati di ciò che vendete, ma non ingannatelo mai!

Maledetto fondotinta

Sono una donna, amo il make up e adoro provare diversi tipi di prodotti sul mercato. A causa di un fondotinta di cui non farò il nome, mi è venuto un bruttissimo sfogo sul viso. Se siete donne potrete capire il disagio che ho provato, se siete uomini capirete lo stesso immaginandovi la vostra compagna in preda al panico…

Per risolvere la situazione ho cominciato a curarmi e a cercare prodotti totalmente naturali, senza parabeni, siliconi ecc.

Mi sono recata in due negozi. Il primo è una bioprofumeria di Trento, piccola, carina e con una proprietaria giovane, simpatica e molto competente. Il secondo negozio invece è famoso in tutto il mondo, vende prodotti naturali e cruelty free.

Le 3 regole di un comunicatore vincente
Fondotinta fluido PuroBio Cosmetics

La ragazza della bioprofumeria, mi ha ascoltata, mi ha mostrato diversi prodotti e mi ha dato degli ottimi consigli.

Prima di recarmi in negozio avevo fatto delle ricerche e volevo assolutamente comprare una crema idratante bianca con pigmenti micro incapsulati che al momento della stesura si sciolgono adattandosi al colore della propria pelle. 

La volevo, pensavo fosse l’invenzione del secolo. Lei avrebbe potuto vendermela e invece ha preferito dirmi in faccia che era una schifezza e svelarmi tutti i lati negativi di quel prodotto perdendo così il guadagno.

È forse stupida? No, al contrario, è riuscita a fidelizzarmi in meno di 5 minuti! Ho comprato dei prodotti e tornerò a comprarli una volta finiti. Se mi avesse ingannata non avrei mai più messo piede in quella profumeria e l’avrei recensita molto negativamente.

Capire Roma per Toma… No grazie!

Subito dopo mi sono recata nel negozio più famoso per cercare un balsamo per la barba del mio fidanzato. La commessa era davvero simpatica e accomodante. Un’ottima comunicatrice, martellante, ma senza stancare. Devo essere sincera ho speso molto di più in questo negozio, ma dubito che ci tornerò!

Le 3 regole di un comunicatore vincente
Maschera viso all’argilla verde

Dovevo comprare solo un balsamo barba e invece sono uscita anche con due pezzi di sapone, 1 maschera fresca per il viso, e un campioncino di fondotinta. Non è tanto la qualità e i prezzi alti che mi hanno delusa così tanto. Quello che mi ha fatta innervosire è la comunicazione ingannevole che la commessa mi ha propinato.

Mi ha detto che la maschera per il viso, 75 gr di prodotto, mi sarebbe durata  circa un mese usandola tutti i giorni.

Mi sono detta: “9.95€ per una maschera che mi durerà un mese usandola tutti i giorni, è un prezzo onesto! Se la userò una volta a settimana mi durerà tantissimo!”. Tornando a casa e leggendo un po’ di cose sul web ho capito che la maschera sarebbe scaduta nel giro di 3 settimane! Che meraviglia! La commessa per vendermi il prodotto ha formulato la frase in maniera che io capissi “Roma per toma”.

Attenzione, non mi ha raccontato una bugia; effettivamente lei mi ha detto che sarebbe durata circa un mese, ma mi ha fatto intendere che la quantità di prodotto sarebbe bastata per 30 applicazioni e non che la maschera sarebbe scaduta in quanto priva di conservanti.

Morale della favola? Non tornerò mai più in quella catena di negozi, nemmeno per il sapone al taglio che sto amando!

Innamoratevi del vostro prodotto

Innamoratevi del vostro prodotto, mettetevi nei panni di un consumatore, cercate di capire quali siano effettivamente le sue esigenze ed elencategli tutti i buoni motivi per cui dovrebbe affidarsi a voi.

Ripetete più volte i pro del vostro prodotto, fatelo in maniera seducente, non siate logorroici, divertite il cliente, raccontate degli aneddoti, coinvolgetelo il più possibile, fatelo sentire importante.

Ascoltatelo, ponetegli delle domande per capire esattamente quello di cui ha bisogno e trovate la soluzione più adatta alle sue necessità.

Non mentitegli, perché potrete ingannarlo solamente una volta e a quel punto addio fidelizzazione (sempre se il vostro cliente non sia un cretino e voi non siate dei persuasori infallibili). 

La comunicazione è la base di tutte le relazioni, una cattiva comunicazione distrugge i rapporti.

Pensate alla commessa antipatica che vi risponde male o al barista che non vi degna di uno sguardo. Quante volte vi sarà capitato di fare qualche km in più per evitare di comprare dal quel particolare negoziante? A me molto spesso.

Potrete vendere i prodotti più buoni del mondo, ma se siete maleducati, o non fornite la giusta assistenza al cliente la vostra attività non crescerà mai.

Imparate a comunicare e vedrete che risultati!

Continuate a seguirci, scriveteci e diteci la vostra! Se ci proporrete un buon articolo saremo felici di pubblicarvi!

A presto! 

 
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here